Tu sei qui

Partecipazione alla CALRE

banner logo calre

La Calre è una associazione che riunisce i Parlamenti regionali di 74 Regioni facenti parte di 8 Paesi (Spagna, Italia, Belgio, Austria, Germania, Finlandia, Portogallo, Regno Unito) che rappresentano complessivamente 200 milioni di abitanti ed è stata costituita nel 1997.

CALRE significa “Conferenza delle Assemblee Regionali Legislative dell’Unione Europea (UE)”. Fin dalla Dichiarazione di fondazione di Oviedo del 1997, la missione dell'associazione è stata quella di approfondire i principi democratici e partecipativi nell’ambito dell’ordinamento dell’UE, al fine di difendere i valori della democrazia regionale e di rafforzare i legami tra le Assemblee Legislative Regionali.

Oltre a contribuire alla partecipazione democratica delle Assemblee Legislative Regionali nell’ambito dell’ordinamento dell’Unione Europea, rafforzando le relazioni tra le Assemblee regionali, in particolare attraverso lo scambio di buone pratiche, CALRE si impegna a far rispettare e consolidare il principio di sussidiarietà nell’Unione Europea.

All'interno della CALRE operano dei Gruppi di lavoro che hanno il compito di approfondire e sviluppare le tematiche di stretto interesse per l'associazione.

I Gruppi di Lavoro, coordinati ciscuno da una regione, sono cinque e riguardano: Sussidiarietà (Baviera), Politiche di coesione (Veneto), Immigrazione-politiche sociali e diritti umani (Molise), EDemocracy (Andalusia) e Parità di genere (Galles) .

La Presidente dell'Assemblea legislativa dell’Umbria Donatella Porzi coordina all'interno della CALRE un nuovo Gruppo di lavoro, istituito nel 2016, su “Qualità e valutazione delle norme”, che dovrà occuparsi della valutazione di impatto ed efficacia delle leggi, sia in fase di elaborazione, sia per ciò che riguarda la verifica sugli effetti dell'attuazione.