Tu sei qui

AMBIENTE: “CHE FINE HANNO FATTO GLI INCENTIVI REGIONALI PER METANO E GPL? LA GIUNTA INDICHI IL CRONOPROGRAMMA DEGLI INTERVENTI” - NOTA DI LIBERATI E CARBONARI (M5S)

In sintesi

I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, tornano sugli incentivi regionali per metano e gpl si si domandano “che fine abbiano fatto”. Per Liberati e Carbonari la Giunta dovrebbe indicare“un chiaro cronoprogramma, dando certezze agli automobilisti, facendo in modo che, con pochi euro, davvero tutti tornino ad avere la stessa libertà di movimento”.

 

(Acs) Perugia, 11 gennaio 2019 – “Che fine hanno fatto gli incentivi regionali per metano e gpl?”. È quanto si domandano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, che chiedono alla Giunta “di indicare un chiaro cronoprogramma, dando certezze agli automobilisti, così come al settore dell'automotive, facendo in modo che, con pochi euro, davvero tutti tornino ad avere la stessa libertà di movimento”.

Liberati e Carbonari ricordano che “il 24 ottobre 2018 l’Assemblea legislativa dell'Umbria, all'unanimità e su proposta del M5s, dette il via libera agli incentivi per la trasformazione a metano e Gpl di automobili e autocarri fino a euro 4 (https://goo.gl/8kK7cL). Restiamo tuttora in attesa che l'Esecutivo dia doverosamente seguito a un'indicazione su cui tutti i gruppi politici sono concordi. In questo modo ridurremmo il carico complessivo degli inquinanti nelle nostre città, ma daremmo anche libertà di circolazione a tanti automobilisti, famiglie, imprese che, in tal modo, potrebbero scampare i blocchi del traffico, ormai sempre più frequenti ovunque e anche in Umbria. Inoltre non possiamo penalizzare ulteriormente persone che, in questo momento, non hanno possibilità di acquistare auto nuove e, magari, non hanno nemmeno la copertura dei propri fabbisogni da parte del trasporto pubblico”.

“La conversione a metano/Gpl dei veicoli – concludono Liberati e Carbonari - consentirebbe un significativo taglio delle emissioni, con benefici evidenti non solo sul piano ambientale, ma anche economico, coinvolgendo buona parte della filiera, visto le centinaia di officine artigiane e di imprese commerciali interessate”. RED/dmb

Data:
Venerdì, 11 Gennaio, 2019 - 13:30

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis