Tu sei qui

GA-DAY: A PALAZZO CESARONI SECONDA GIORNATA DELLA SIMULAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO DEI GIOVANI - LE PROPOSTE DI RISOLUZIONE

In sintesi

In corso, a Palazzo Cesaroni, la seconda giornata del GA-Day, una simulazione del “Parlamento europeo dei Giovani”, iniziativa organizzata dall'Assemblea legislativa dell'Umbria con l’alto patrocinio del Parlamento Europeo. I lavori di oggi si sono aperti con i saluti del vicepresidente dell’Assemblea legislativa, Marco Vinicio Guasticchi, dell’europarlamentare Laura Agea e del vicepresidente del Parlamento Europeo Fabio Massimo Castaldo. Sono state quindi presentate e discusse le 6 proposte di risoluzione elaborate dalle diverse Commissioni tematiche.

FOTO: https://tinyurl.com/ybox23ah

 

(Acs) Perugia, 11 maggio 2018 – È in corso, a Palazzo Cesaroni, la seconda giornata del GA Day, una simulazione del “Parlamento europeo dei Giovani”, iniziativa organizzata dall'Assemblea legislativa dell'Umbria (Servizio studi, valutazione delle politiche e organizzazione), sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.

Obiettivo dell'iniziativa è sostenere l'educazione alla cittadinanza attiva e consapevole e lo sviluppo di una coscienza comune di appartenenza europea, attraverso l’elaborazione di proposte concrete dibattute in un’assemblea strutturata sul modello della plenaria del Parlamento europeo.

I SALUTI DI GUASTICCHI, AGEA e CASTALDO

La sessione plenaria è stata aperta dai saluti del vicepresidente dell’Assemblea legislativa, Marco Vinicio Guasticchi e dell’europarlamentare Laura Agea. Nel corso dei lavori della mattina è intervenuto anche il vice presidente del Parlamento europeo, Fabio Massimo Castaldo.

GUASTICCHI, nel rimarcare in più passaggi l’importanza di un’Europa unita, “proiettata verso obiettivi comuni ”, ha detto che, quella europea è una “realtà che ci deve far sentire orgogliosi di farne parte e lo dobbiamo fare sempre da protagonisti, e questo è il ruolo al quale voi siete particolarmente chiamati, per essere protagonisti del vostro stesso futuro. Vedere, come oggi il senso della Comunità europea sia entrato nelle nuove generazioni rappresenta per noi una grande soddisfazione. Il concetto di Europa è nostro, ci appartiene e va difeso con forza. La ‘Brexit’ rappresenta purtroppo un vulnus grave per il progetto europeo”.

AGEA ha voluto rimarcare che “alle domande dei giovani vanno date risposte puntuali e concrete. Dobbiamo avere un forte attaccamento all’Europa, quell’Europa creata dai nostri padri sulle macerie della Seconda guerra mondiale. Voi dovete potervi muovere senza confini, e non solo geografici. L’Europa – ha concluso – ha bisogno di energie giovani e fresche”.

CASTALDO (vice presidente Parlamento Europeo) ha detto di capire perfettamente le speranze di questi ragazzi. “Le difficoltà – ha rimarcato - si possono superare attraverso l’ambizione, la volontà di mettere insieme le energie positive, senza cedere al rischio di arrendersi in partenza. Di grande importanza la visione pienamente conciliante tra le varie identità (locale, nazionale ed europea) e i ragazzi di oggi sono cresciuti all’interno di questo humus che va ulteriormente coltivato, perché può rappresentare la giusta ricetta ed il giusto antidoto contro alcune retoriche negative su quanto invece di buono l’Unione europea ha fatto e può fare”.

IL GA DAY. L'evento è stato programmato in occasione della Festa dell'Europa che celebra la pace e l'unità dell'Unione, e vede la partecipazione di 67 studenti delegati, selezionati tra i 226 attivi su PEOSchool (piattaforma digitale di discussione) che si stanno confrontando su argomenti all'ordine del giorno dell'Agenda europea, supportati da 12 “chairperson” con la funzione di facilitatori. Gli studenti, suddivisi in 6 Commissioni tematiche, hanno lavorato ad una proposta di risoluzione, che viene dibattuta e votata da tutti i partecipanti nel corso di questa giornata, strutturata sul modello dell’Assemblea plenaria del Parlamento europeo.

LE SCUOLE PARTECIPANTI. Oltre al Liceo Majorana di Orvieto, che da vari anni sperimenta il GA-Day in collaborazione con l'Associazione PEG (Parlamento europeo dei giovani), ed è capofila del progetto, hanno partecipato al GA-DAY 2018: il Liceo Pieralli e l'ITT Volta di Perugia, il Liceo Angeloni, il Liceo Tacito e l'ITT di Terni, l'IIS Battaglia di Norcia e il Liceo di Acquapendente.

La novità di questa edizione del GA-DAY è la sola partecipazione degli studenti iscritti a PEOSchool sulla cui piattaforma sono stati condivisi, discussi e approvati i temi delle sei risoluzioni. Questi i temi discussi nelle sei commissioni: Libertà d'espressione in un mercato unico digitale (LIBE – Commissione Libertà civili, giustizia e affari interni); – L'Europa dei giovani (ITRE – Commissione Industria, ricerca ed energia); Una Unione economica sostenibile (ENVI – Commissione Ambiente e Sanità pubblica); Un Mediterraneo Coeso (JURI – Commissione Giuridica); Diritto alla vita e all'autodeterminazione (DROI – Commissione Diritti dell’uomo); L'Europa a 27 riunita in una sola voce (AFET – Commissione Affari internazionali).

LE PROPOSTE DI RISOLUZIONE.

COMMISSIONE AFFARI ESTERI: rivalutazione del peso economico e demografico dell'Unione europea e dei 27 Stati membri, rivendicazione dell’autonomia rispetto agli interessi e alle azioni militari di Usa e Russia, creazione di un esercito europeo comune.

COMMISSIONE DIRITTI UMANI: creazione di un Comitato europeo per la bioetica, legalizzazione dell’eutanasia attraverso una legge da ratificare attraverso referendum nei singoli Stati membri, garanzia dell’obiezione di coscienza per i medici, estendere la legge Belga sui minori anche nel resto del territorio europeo.

COMMISSIONE AMBIENTE E SANITÀ: accrescere l’impegno dell’Unione per diffondere una sempre maggiore coscienza ecologica e gestire i vari rischi trasformandoli in opportunità, affrontare il diffuso degrado ambientale e la fragilità e vulnerabilità del territorio, puntare sull’economia circolare per ridurre gli scarti e l’impatto sull’ambiente, puntando alla conseguente diminuzione dei fenomeni meteorologici estremi.

COMMISSIONE INDUSTRIA, RICERCA, ENERGIA: facilitare la transizione all’Industria 4.0 ed assicurare una coesistenza sostenibile fra uomini e robot, incentivare gli investimenti pubblici in istruzione, ricerca e innovazione per colmare gli squilibri tra nord e sud Europa, sollecita la formazione di un nuovo programma scolastico mirato ad acquisire le conoscenze delle tecnologie previste dal Piano nazionale Industria 4.0.

COMMISSIONE AFFARI GIURIDICI: mettere a punto una politica migratoria lungimirante e globale, fondata sulla solidarietà, coordinare maggiormente le varie associazioni competenti nell’ambito dei diritti civili, come Amnesty International, Save the Children, Medici Senza Frontiere, impegnarsi nella soluzione delle più acute controversie internazionali, come la questione siriana e quella israelo-palestinese, da cui scaturiscono imponenti ondate di flussi migratori.

COMMISSIONE LIBERTÀ CIVILI, GIUSTIZIA E AFFARI INTERNI: impostare una strategia per convivere il diritto alla libertà d’espressione con la sicurezza nazionale e la lotta contro discriminazione e falso storico, sostenere una nuova regolamentazione che disciplini il potere dei provider sul flusso delle informazioni, incoraggiare interventi educativi rivolti ad adulti, adolescenti e bambini che educhino alla cultura dei diritti umani e del rispetto delle diversità nel modo più ampio possibile. AS/

Data:
Venerdì, 11 Maggio, 2018 - 13:45

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis