Tu sei qui

WELFARE: “CERTIFICARE LE COMPETENZE ACQUISITE DA PERSONE DISABILI E VALORIZZARE PRODUZIONI ETICHE E SOCIALI” - CASCIARI (PD) ILLUSTRA SUO EMENDAMENTO AL PIANO APPROVATO IN COMMISSIONE

In sintesi

Carla Casciari (PD) sottolinea il valore del suo emendamento al Piano sociale approvato ieri in Terza commissione, che prevede l'attivazione di servizi che possano “certificare le competenze acquisite dalle persone con disabilità durante i formali percorsi di istruzione e formazione, ma che sappiano anche valutare e rendere spendibili le capacità maturate attraverso percorsi abilitativi non formali”. 

(Acs) Perugia, 26 gennaio 2017 - “Un welfare pienamente inclusivo e che sia in grado di proporre risposte innovative alle esigenze delle persone con disabilità”: lo dice Carla Casciari (PD) a proposito dell'emendamento da lei presentato e ieri approvato in Terza Commissione.

“L'emendamento accolto dalla Commissione – afferma Casciari - vuole incidere in maniera propositiva sui servizi da strutturare all'interno del welfare di comunità. In particolare ho voluto richiamare l'attenzione sulla necessità di attivare dei servizi che sappiano certificare le competenze acquisite dalle persone con disabilità durante i formali percorsi di istruzione e formazione, ma che sappiano anche valutare e rendere spendibili le capacità maturate attraverso percorsi abilitativi non formali”.  

“In quest'ottica – continua – ho proposto anche l'implementazione di nuove forme di sostegno all'autonomia attraverso esperienze di tipo socio-lavorativo che consentano ai disabili di partecipare ad attività di tipo produttivo. Questi percorsi dovranno caratterizzarsi per una residuale componente riabilitativa, mentre dovranno privilegiare azioni di empowerment delle competenze. Parallelamente andranno sostenuti circuiti commerciali di tutela e promozione dei prodotti derivati da queste produzioni etiche e sociali”. 

“Queste azioni – conclude Casciari – ben rispondono alla nuova impostazione del Fondo Sociale Europeo che, infatti, privilegia una presa in carico complessiva dei soggetti più vulnerabili, inserendoli in progetti che sappiano efficacemente aiutarli ad accrescere le proprie competenze e che consentano alla persona con disabilità di raggiungere un sufficiente livello di autonomia”. RED/PG 

Data:
Giovedì, 26 Gennaio, 2017 - 13:00

Tag per ACS

Free tag

PD
Share page with AddThis